Con l’emissione da parte del Governo italiano delle Norme Tecniche richiamate dal D.M. 14/01/2008 vengono sostanzialmente modificate le attività e le responsabilità del Direttore dei Lavori e di chi produce il calcestruzzo.
Dal 2008 è obbligatorio per tutti gli operatori del settore, al fine di partecipare agli appalti pubblici, produrre calcestruzzo con processo industrializzato, e quindi ottenere la certificazione del Sistema di controllo della produzione secondo le Linee Guida del Servizio Tecnico Centrale del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti.
AJA Registrars Europe è Organismo Abilitato a rilasciare la certificazione del Controllo della Produzione del conglomerato cementizio prodotto con processo industrializzato secondo DM 14/01/2008 dalla Presidenza del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici in data 12/04/2011 n° 3379.

Norme di riferimento

  • Norme Tecniche per le Costruzioni del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti;
  • Linee Guida del calcestruzzo preconfezionato, edite dal CC.SS.LL/STC;
  • Linee Guida del calcestruzzo strutturale, edite dal CC.SS.LL/STC;
  • Linee Guida per la produzione, il trasporto ed il controllo del calcestruzzo preconfezionato, edite dal CC.SS.LL/STC;
  • UNI EN 206-1: Calcestruzzo: Requisiti, prestazioni e criteri di conformità;
  • UNI EN 11104: Istruzioni per l’applicazione della norma EN 206 in Italia.

Vantaggi

  • Possibilità di partecipare agli appalti pubblici;
  • Controllo del processo produttivo attraverso la verifica di:
  • Materie prime
  • Impianti e attrezzature
  • Risorse umane
  • Rispetto delle procedure
  • Costanza delle prestazioni del calcestruzzo, attraverso la determinazione ed il controllo dello scarto quadratico medio del calcestruzzo;
  • Maggiore affidabilità di fornitura, con migliori garanzie date ai Direttori Lavori, alle Iimprese e ai committenti.

Iter di certificazione

La certificazione del Sistema di Controllo della Produzione in Fabbrica richiede una documentazione minima formata dal Manuale della produzione, dalle Procedure e dalle Istruzioni Tecniche. Il produttore deve avere impianti di betonaggio con apparecchiature funzionanti, tarate alla frequenza richieste, ed i materiali opportunamente stoccati in silos o depositi identificati.
Il produttore deve avere implementato un Sistema di Autocontrollo, riportante tutti i risultati sulle determinazioni fisiche (lavorabilità, massa volumica) e meccaniche (resistenza a compressione) del calcestruzzo. Dal controllo statistico si evincerà la Resistenza Media, la Resistenza Caratteristica e lo scarto quadratico medio dell’Impianto di betonaggio.
L’Ente di Certificazione, autorizzato dalla Presidenza del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, rilascerà a seguito della prima visita il Certificato del Sistema di Produzione in Impianto in conformità alle Linee Guida Ministeriali.
Il Certificato rilasciato ha validità triennale soggetta a verifiche di sorveglianza annuali volte ad assicurare il mantenimento dei requisiti minimi del Sistema di Controllo di Produzione richiesti dalle Linee Guida del Ministero.